PAURA D’AVERTI (2).

  Poi qualcuno è uscito dalla sala operatoria. Un medico, un infermiere, mio padre anche lui medico. Ha detto solamente quattro parole prima che le lacrime gli strozzassero la voce: “È una bambina bellissima”. Avevo visto altre volte mio padre piangere, molte altre volte, è un uomo che si commuove facilmente, nonostante il lavoro che…

PAURA D’AVERTI.

  Pubblico un primo stralcio di un racconto che vinse il Premio speciale per gli inediti del Presidente di Giuria al premio Nazionale “Ho diritto a…” di Massa Carrara, e voluto poi pubblicare nel 2012 dall’allora emergente Book Sprint Edizioni. L’intenzione è quella di pubblicarlo tutto, a “puntate” sul blog, se ci sarà un riscontro.…

ARBEIT MACHT FREI (Il lavoro rende liberi).

        “All’uomo disse: «Poiché hai ascoltato la voce di tua moglie e hai mangiato dell’albero, di cui ti avevo comandato: Non ne devi mangiare, / maledetto sia il suolo per causa tua! / Con dolore ne trarrai il cibo / per tutti i giorni della tua vita. / Spine e cardi produrrà…

ARTE CONTEMPORANEA. OGGETTO ALIENO?

  Il 26 ottobre si è temuto un dibattito-intervento intitolato Parlando di te. Conversazione sulla lettura dell’opera d’arte, a cui hanno partecipato il poeta Davide Rondoni, Tat’jana Kasatkima critica letteraria e direttore del Dipartimento di teoria della letteratura presso l’Accademia delle Scienze Russa, e il sottoscritto. Incontro molto interessante e da cui sono scaturite nuove…

ARTE?

    Non credo esista qualcuno al quale, interessato o no all’argomento, non siano state formulate o non si sia posto, almeno una volta nella vita, le domande: Che cos’è l’arte? A cosa serve l’arte? Perché si fa arte? Alla prima domanda risponderei d’istinto: BOH! Non lo so, c’è, mi piace, non ne posso a…

IL LIBRO DEL CORPO MARTORIATO.

  Ammesso che sia possibile, si potrebbe dire che su Una vita come tante (A little life), della scrittrice Hanya Yanagihara si sia detto tutto, tanto da aver costituito il caso letterario del 2015 a livello planetario, nonostante le più di 1100 pagine che lo compongono e che spesso sono sufficienti a scoraggiare molti potenziali…

EDUCAZIONE

EDUCAZIONE (da Il RE è nudo, pp. 18-22) “La natura umana non è una macchina da costruire secondo un modello e da regolare perché compia esat- tamente il lavoro assegnato, ma un albero, che ha bi- sogno di crescere e di svilupparsi in ogni direzione, se- condo le tendenze delle forze interiori che lo rendono…

QUALCHE VOLTA RITORNANO.

Qualche volta ritornano. I libri voglio dire, quelli che si sono letti, più o meno, tanto tempo prima, che si sono sentiti e si sentono citati di continuo sui mass media, durante le ricerche letterarie o artistiche. Sì, certo, cita questo, cita quello. Poi ci si accorge che poco si ricorda di quei testi letti…

PUBBLICARE IN SELFPUBLISHING?

È ormai qualche tempo, diciamo almeno un paio d’anni, che le persone, più o meno giovani, più o meno studenti, mi chiedono: Ma vale la pena pubblicare in selfpublishing? (Kindle di Amazon, o Streelib, o Kobo, per intenderci), Ha senso? E sempre con un tono non solo dubbioso, ma scettico e di chi si aspetta…

La legge dell’Orobrus

Nel XIII secolo un giovane viene iniziato alla “Grande Arte”, l’alchimia, senza per altro rendersene conto. La vicenda si svolge tra Padova, Parigi, Montepellier e Avignone. Avventure imprevedibili e prove quasi insostenibili attendono l’ignaro futuro adepto. Personaggi storici realmente esistiti, situazioni storiche e ambienti sono riprodotti con fedeltà, così come la filosofia e le pratiche…